10 novembre 2016

Tuscolana Ciclabile: "Al mio segnale, scatenate l'inferno!"

This is badass-battle-madness

Il Bike Manager al Comune fresco di nomina (Paolo Bellino), l'Assessore all'ambiente e mobilità del VII Municipio (Marco Pierfranceschi), l'Assessore alla mobilità del Comune (Linda Meleo) e il Presidente della Commissione Mobilità Comunale (Enrico Stefano) iniziano il percorso della realizzazione delle Bike Lane a Roma con un progetto ambizioso, se non impossibile!
Certo è che se dovesse essere realizzato in tempi brevi e con successo, sarebbe una vittoria senza precedenti che aprirebbe una breccia difficilmente colmabile nella mentalità cittadina legata fortemente all'utilizzo del mezzo privato a motore e porterebbe a ripensare a tutta l'urbanistica e la mobilità di Roma.


Questo manipolo di quattro referenti politici sarà in grado di portare avanti questa rivoluzione e "scatenare l'inferno(positivo)" su una delle consolari di Roma più drammaticamente afflitte dal problema del traffico?
Contro cosa si vanno a scontrare? Sicuramente dovranno affrontare l'eterno problema della doppia fila delle auto private, i furgoni sporgenti dei bancarellari che stazionano dalle 8:00 alle 20:00, i camion del carico e scarico merci dei vari negozi e supermercati, lo strapotere del traffico privato che vedrà assottigliare il suo spazio considerato ingiustamente privato e dovuto, i negozianti che vedranno nell'assenza di sosta selvaggia un possibile mancato introito, ... e altro ancora che sarà solo da scoprire.
Per farsi un idea basta vedere qualche immagine ...







Io in questo progetto ci credo e credo che solo persone scollegate da qualunque sovrastruttura pregressa possano portarlo a termine.
Il manipolo dei quattro sopra credo siano le persone giuste in grado di realizzarlo, il problema vero però è un altro, saranno in grado di sostenere la tempesta mediatica e politica a cui saranno sottoposti durante e dopo?
Forse era meglio partire con un progetto meno ambizioso?
Per fortuna i primi risultati dovrebbero vedersi a breve, così facilmente potremo analizzarne i risultati.

08 novembre 2016

Caro Sindaco Virginia Raggi ... 130 giorni dopo

IMG_0152

A Giugno a due settimane dal ballottaggio avevo elencato in un POST i punti forti in tema mobilità per cui la Raggi si era spesa e che secondo me erano un valore aggiunto sul suo programma.

Li rielenco di seguito secondo quelle che erano la mie priorità:

  1. NO alle olimpiadi di Roma
  2. SI alla realizzazione del TRAM SAXA RUBRA - SUBAUGUSTA (con una progettualità che comprenda la sua prosecuzione verso l'EUR)
  3. SI alla analisi costi benefici della Metro C, con possibile prosecuzione dell'attuale progetto o revisione a partire da Colosseo
  4. SI all'utilizzo di strumenti innovativi di mobilità urbana, come ad esempio le funivie
  5. SI all'ampiamento della rete ciclabile e alla realizzazione delle Bike Lane per incentivare la mobilità, mettendo il GRAB su un binario parallelo ossia quello delle infrastrutture turistiche
Ora sono passati 130 giorni dall'elezione a Sindaco e mi sembra giusto fare le prime valutazioni.
Punto 1. Confermato! Siamo usciti definitivamente dal Tunnel delle Olimpiadi e ora si può iniziare a lavorare senza indebite pressioni esterne.
Punto 2. Sono uscite le prime comunicazioni ufficiali sulla volontà di attivare tavoli progettuali per ben 5 linee di Tram e di sicuro la linea sulla Togliatti è una di queste. Rimane ancora da capire se con un idea di prosecuzione verso l'EUR...
Punto 3. Di pochissimi giorni fa la scelta di chiudere il capitolo RomaMetropolitane, pensare ad arrivare entro il 2021 a Colosseo e di fatto di darsi un tempo ragionevole per capire se proseguire e come.
Punto 4. Sempre di pochissimi giorni fa l'annuncio di avviare una fase di analisi progettuale per la funivia Casalotti. 
Punto 5. La definizione di un bike Manager motivato e di vari assessori municipali profondi conoscitori del mondo delle due ruote fa ben sperare. Si parla molto di Bike Lane(Venerdì 11/11 Commissione mobilità comunale su Bike Lane sulla Tuscolana da Subaugusta a Quadraro) e di superamento di passaggi non sicuri(progetto presentato ieri per superamento sicuro tunnel Santa Bibiana).

Aggiungo una forte volontà a definire una nuova rete di corsie preferenziali in sede protetta.

Mi sembra ci siano forti segnali di cambiamento, una nuova forza propulsiva.
Ancora di fisico si è visto poco, ma visto il perimetro limitato di tali progetti credo che i primi risultati si potrebbero avere già nei primi mesi del 2017.

07 novembre 2016

Funivia a Roma - Battistini Casalotti - Il percorso (Seconda puntata)

Lost?

Dopo la pubblicazione di ieri del post su Facebook della Meleo proviamo a tracciare su Google Map l'ipotesi di tracciato della Funivia Casalotti Battistini.


Primi commenti a caldo sono legati al numero troppo elevato di fermate intermedie e alla lunghezza del tracciato.
Tre fermate intermedie rallentano troppo i tempi per percorrere l'intero percorso, inoltre elevano troppo i costi di realizzazione e di gestione, infatti così vanno realizzare tre stazioni intermedie e due capolinea. Una cosa ragionevole sono due capolinea e al massimo una fermata intermedia.
Il percorso troppo esteso è poco funzionale legato alla tipologia di infrastruttura "funivia".
Ultimo appunto il refuso sull'immagine...Funicolare quando poi si parla di Funivia...

03 novembre 2016

Funivia a Roma - Battistini Casalotti - Prima puntata

Ernie the Explorer

In attesa dei primi dettagli sul progetto Funivia a Roma proposta dalla Giunta M5S, provo a mettere in campo qualche dato.
Premessa a scanso di equivoci... io sono favorevole.

Vantaggi degli impianti a fune nelle Città (Leitner)
Introduzione molto di parte, presa da uno dei più grandi produttori mondiali


  1. Ingombro contenuto
  2. Vista insuperabile
  3. Passaggio ad uso esclusivo
  4. Superare gli ostacoli
  5. Tempi di percorrenza regolari e trasporto continuo
  6. Tempi di costruzione brevi
  7. Affrontare pendenze maggiori
  8. Collegamento con zone ricreative
  9. Bilancio energetico positivo
  10. Costi di investimento e di gestione relativamente bassi
  11. Architettura

Provo a calare i punti sopra riportati nell'ipotesi progettuale che si sta per definire a Roma.
Di seguito i punti che mi sembrano veramente interessanti:

3. Passaggio ad uso esclusivo e 5. Tempi di percorrenza regolari e trasporto continuo
La soluzione funivia non è dipendente da traffico e problematiche atmosferiche, di fatto assicura tempi certi di percorrenza, almeno non dipendenti da fattori esterni.

4. Superare gli ostacoli
Caratteristica molto utile nella zona interessata dal progetto, che dovrebbe superare il GRA.

10. Costi di investimento bassi e 6. Tempi di costruzione brevi
Vista la situazione attuale di Roma, con traffico e inquinamento a livelli critici e con le casse vuote non sono dettagli da poco.

11. Architettura
Funzione di rivalutazione urbana con stazioni moderne e efficienti